Storie di malattia e presa in carico: modelli organizzativi per la continuità di cura

Lo studio APS – Analisi PsicoSociologica, con la partecipazione dei Collegi IPASVI di Milano e Brescia e il Consorzio Colibrì di Bologna, in collaborazione con APRIREnetwork e SITI Lombardia, ha avviato un percorso di ricerca sui modelli e sui fattori organizzativi capaci di presidiare processi di continuità delle cure efficaci ed efficienti, assumendo la prospettiva delle persone malate e dei professionisti che le hanno in carico.
Si tratta di una ricerca qualitativa, multi prospettica, policentrica con l’obiettivo di identificare i fattori che facilitano o che ostacolano processi di presa in carico congiunta e i cambiamenti a livello organizzativo, relazionale, soggettivo e culturale necessari per poter adottare strategie e modalità di intervento appropriate.

La ricerca, proposta in distretti urbani della Lombardia e dell’Emilia Romagna, si attua a partire da interviste a pazienti fragili e multiproblematici: sono analizzati i modelli culturali agiti dai professionisti e la capacitazione dei pazienti. Tra le variabili organizzative sono prese in esame: i processi decisionali e la regia tra territorio e ospedale.
Nel primo trimestre 2016 è iniziata la fase di rilevazione qualitativa con focus sulla transizione dall’ospedale verso altro setting di cura. Prevede interviste (rivolte ai pazienti e/o famigliari, finalizzate alla ricostruzione della loro storia di presa in carico) e focus group (rivolti ai professionisti e finalizzati all’approfondimento delle criticità del loro trattamento).
I dati raccolti vengono studiati attraverso diversi passaggi che facilitino l’emersione dei contenuti più significativi: trascrizione dei testi, letture ripetute, estrazione di frasi significative, tenuta delle osservazioni. Quindi, si procede alla ricomposizione e interpretazione, per giungere alle prime valutazioni e, infine, alle epicrisi complessive e di sintesi.

A conclusione si prevede, nel secondo semestre 2016, la stesura del rapporto finale della ricerca e la diffusione dei risultati a diversi livelli: restituzione a ciascuna organizzazione partecipante, presentazione verso gli attori presenti nei territori di riferimento, pubblicazione sul sito web di APRIREnetwork e tramite i canali di SItI Lombardia, formulazione di proposte rivolte agli enti con funzioni programmatorie.